Indirizzi virtuali e reali :  Collezionando Tolkien Soronel - Tutto di Tolkien e su Tolkien in Italia.
Dove trovare ciò che cerchiamo? 
ForumIndirizzi virtuali e reali

spedizione libri dagli USA
Inviato da: ReStregone (IP registrato)
Data: domenica, 11 aprile 2010 - 22:30

Verrei acquistare dei libri dagli USA (tramite ebay), e volevo delle informazioni sulle spedizioni. Sulla rete leggo di tutto, ma non ho trovato un sito “affidabile” dove informarmi. Chiedo quindi a chi può di darmi una mano, magari basandosi su passate esperienze.

Per prima cosa, il pacco arriva o no?

Poi leggo che giunto il pacco in Italia, dovrò pagare circa il 20% del valore del bene come IVA e un 5-10% del valore del bene per dazi doganali. I numeri sono reali? E quando dovrò pagare, alla consegna o prima?

Chi procede alla spedizione del pacco una volta giunto in italia, le poste italiane?

Se ad esempio faccio dichiarare al venditore che il libro l'ho pagato 10dollari anziché 100dollari, non riesco a risparmiare sulle suddette “tasse”?

Grazie anticipatamente


Re: spedizione libri dagli USA
Inviato da: Soronel (IP registrato)
Data: lunedì, 12 aprile 2010 - 22:17

Secondo la mia esperienza i pacchi dagli USA arrivano, e non ci mettono nemmeno tantissimo (comunque, molto meno che dal Canada). Chi consegna il pacco, dipende dal metodo di spedizione (generalmente, se chiedi che ti venga spedito via corriere, come Fedex o UPS, ti dovrebbe essere consegnato dal corriere e non dalle poste).

Sui libri l'IVA non c'è (o meglio è del 4%, ma comunque viene pagata dall'editore). Non so come funzioni se la spedizione avviene tramite corriere, ma i due ordini che ho fatto su amazon.com sono arrivati tramite posta, e ho dovuto pagare al postino un contrassegno. Ora non mi ricordo quanto era, ma si trattava di una cifra "convenzionale", indipendente dal contenuto e dal valore effettivo del pacco (ed è stata la stessa cifra entrambe le volte).

Far dichiarare un valore minore del contenuto può essere vantaggioso, ma non tutti i venditori sono disposti a farlo (anzi, specialmente gli americani tendono a rifiutarsi di farlo: per loro fare una dichiarazione mendace è grave, specialmente se c'è la posta di mezzo: "truffa postale" è il solo reato per cui è stato messo in prigione Al Capone), e comunque in caso di perdita del pacco è una fregatura, perché nessuno ti darà mai un centesimo in più del valore dichiarato. Inoltre, considera che le tasse e i dazi non sono in realtà calcolati sul valore dichiarato, ma su un valore statistico che dipende essenzialmente dal tipo di contenuto e dal peso del pacco (se il valore dichiarato è maggiore del valore statistico, considerano sempre il maggiore dei due).

Su tutto questo, aggiungi che ogni tanto qualche spedizione viene "estratta a sorte" per essere controllata aprendola e verificando che il contenuto corrisponda a quanto dichiarato. Non so quanto sia frequente, ma comunque in questi casi ricevi una comunicazione dalle dogane, con le indicazioni per pagare il dovuto e ricevere in cambio il tuo pacco (e una multa in caso di dichiarazioni non veritiere).

--
Soronel l'Araldo
"La macchina non è neutra"


Re: spedizione libri dagli USA
Inviato da: ReStregone (IP registrato)
Data: martedì, 13 aprile 2010 - 10:49

Soronel Ha scritto:

Sui libri l'IVA non c'è (o meglio è del 4%, ma comunque viene pagata dall'editore).

Ma questo vale anche per i libri usati acquistati su ebay tramite aste?

Far dichiarare un valore minore del contenuto può essere vantaggioso, ma non tutti i venditori sono disposti a farlo [...] e comunque in caso di perdita del pacco è una fregatura, perché nessuno ti darà mai un centesimo in più del valore dichiarato.

Perché, se dovessi dichiarare di aver pagato dei libri 120dollari (che assumiamo essere la verità) e il pacco va perduto, loro mi rimborsano tutti i 120dollari?


Re: spedizione libri dagli USA
Inviato da: Soronel (IP registrato)
Data: mercoledì, 14 aprile 2010 - 23:37

ReStregone Ha scritto:

Ma questo vale anche per i libri usati acquistati su ebay tramite aste?

Questo non lo so. Ma in ogni caso, 4% sarebbe molto meno che 20%.

Perché, se dovessi dichiarare di aver pagato dei libri 120dollari (che assumiamo essere la verità) e il pacco va perduto, loro mi rimborsano tutti i 120dollari?

Se il venditore è Amazon, e tu dichiari che non hai ricevuto il libro, loro te ne rimandano un altro. E a volte finisce che ricevi due copie avendone pagata una sola (un mia amico alla fine ne ha ricevute tre, tutte insieme, mesi dopo l'ordine e non ne ha pagata nessuna perché, stufo di non ricevere nulla, quell'ordine lo aveva ormai cancellato).

In ogni caso, se la spedizione avviene tramite corriere (ovvero NON tramite posta), è molto probabile che il corriere, nel caso in cui un pacco vada perduto, ti rimborsi il valore nominale del pacco. Le poste, non ho ancora capito perché (ma ho qualche sospetto), questo non lo fanno: nel migliore dei casi, adducendo motivazioni pretestuose, ti rimborsano un tot che dipende unicamente dal peso del pacco, e non dal contenuto.

In ogni caso, qualsiasi sia il vettore, per un pacco perduto non avrai mai nemmeno un centesimo più del valore dichiarato.

--
Soronel l'Araldo
"La macchina non è neutra"


Re: spedizione libri dagli USA
Inviato da: ReStregone (IP registrato)
Data: giovedì, 15 aprile 2010 - 00:12

Grazie delle informazioni Mastro Soronel




Questo forum è in sola lettura.
This forum powered by Phorum.